Carnival Party! La particolarità del Carnevale del Salento
eventi e manifestazioni, Senza categoria

Carnival Party! La particolarità del Carnevale del Salento

Spread the love

Basso, breve o come dir si voglia, questo 2016 ci sta già portando alla fine (o all’apice) del periodo di Carnevale. Non sembra vero, ma a quanto pare in questo 2016 bisogna correre, correre, correre perché l’anno corre veloce.

Che cosa accadrà Martedì Grasso nel Salento? Quali sono le sfilate e le feste più interessanti? Quali i veglioni imperdibili per giovani e adulti amanti delle feste in maschera?

Vieni nel Salento: della casa perfetta per te, ce ne occupiamo noi

Cerchiamo di prepararci insieme al giorno più colorato dell’anno, che ci porta direttamente nel periodo di Quaresima.

Partiamo con alcuni dei più interessanti veglioni del Lunedì e Martedì Grasso:

Il Première di Gallipoli ospita come ogni anno il party Carnevalissimo, mentre per chi ama la musica latina e la disco dance, il Bagaloo di Surbo (via Lecce 184) prepara un veglione in cui la maschera è gradita ma non obbligatoria. Ingresso 6 euro.

Sofisticata e misteriosa, la festa Carnival Exclusive Party di Palazzo Marchsale Mucci di Guagnano: abito elegante e mascherina per una festa a tema EYES WIDE SHUT.

A Veglie invece, negli spazio del Laboratorio Urbano CulturAmbiente Lab in via Salice (presso ex struttura fieristica), si terrà  il “Cartoon Party. Gran Veglione #AmmazzaCarnevale”una festa in maschera ispirata ai cartoni animati a suon di pop/disco/trash.  Premiati nel corso della serata sia il costume più bello che quello più ‘riciclone’ realizzato con materiale di recupero. La festa è Ecofiendly, ovvero organizzata nel rispetto di alcune precise norme di risparmio energetico, grazie alla collaborazione con Ecofesta Puglia.

photo-1450151156983-86161cfa704d

Vediamo adesso i mitici carri allegorici e feste locali,
tra cucina, musica, tradizione e attualità

Copertino, Carnevale Social per amanti della tradizione e della fotografia

Se oltre ad amare le maschere e i travestimenti di Carnevale ti piace anche la fotografia (che sia con reflex professionale o con smart-phone), avrai di certo di che divertirti alle 36esima edizione del Carnevale Copertinese. Nel Paese a pochi chilometri da Lecce si tiene martedì 9 febbraio, una sfilata di maschere e carri allegorici che percorre le vie del paese.
Si può partecipare come osservatori o iscriversi alla competizione fotografica che si svolgerà sulla pagina facebook dell’evento: per partecipare è necessario scattare una foto simbolica del Carnevale Copertinese e inviarla tramite messaggio privato alla pagina XXXVI Carnevale Copertinese entro mercoledì 10 febbraio 2016; vincerà la foto che otterrà più “Mi Piace” sulla bacheca pubblica (sarà lo staff stesso a pubblicare le immagini citando gli autori e le autrici.

maschera per carnevale

Lu Paulinu… chi è?

A Copertino come in diversi altri centri del Salento, il corteo di Carnevale celebra… un funerale. Via di mezzo tra allegra chiusura di un periodo di festa ed espiazione di due paure ancestrali, quella della morte e della fame, ogni paese del Salento ha un suo ‘Funerale de lu Paulinu’.

Qui a Copertino, il fantoccio-defunto portato in trionfo ricorda un uomo di fine settecento, zimbello de paese, il tipico ‘bravu cristianu’ (uomo tutto sommato buono nonostante i suoi umani vizi), che morì a causa di un’indigestione e una sbronza, in una delle (poche) occasioni in cui ebbe la possibilità di mangiare.
Un antico monito sociale e invito alla morigeratezza, una preparazione al periodo successivo che un tempo era per i Cristiani caratterizzato dal digiuno.

Questo ‘rito’ non manca in nessun evento carnevalesco della zona.

Proprio a Castrì di Lecce, lu Paulinu  oggi (lunedì 8 febbraio) verrà bruciato  in piazza in un altro rito molto legato all’inverno salentino, che trova nel fuoco la sua espiazione, calda festa, gioia e voglia di rinascita. 

Se ami i riti del fuoco, leggi anche 

Fuoco: il quarto elemento del Salento.

Trepuzzi e le Bande a Sud

banda

La Città di Trepuzzi, 11 chilometri a nord ovest di Lecce, non accoglie solo sfilate in maschera e cortei carnevaleschi. Qui il Carnevale 2016 è una festa che unisce i colori alla cucina tipica, alla musica, grazie ai concerti delle streetband itineranti di Bande a Sud, in cinque giorni di festa che culmineranno nel pomeriggio e nella serata di Martedì Grasso.

Le bande presenti sono: Euroband La Murgia’s Street Band di Altamura, Stella Band Serenade, BeDixie Band Banda fatta a casa, Gigantones.
Bande a Sud è ormai uno dei capisaldi musicali del Salento e stanno già diventando un tratto territoriale tipico grazie alla loro capacità di riappropriarsi di musica, strumenti e tradizioni antiche, con performer e performance giovani, frizzanti, irriverenti, innovative.

Se ami le feste di piazza,
forse ti piace anche lo street-food.
Scopri quello salentino 

Carnevale della Grecìa Salentina

Ha una storia di oltre trent’anni anche il Carnevale dell’area ellenofona del Salento! Martedì Grasso, piazza della Repubblica di Martignano accoglie la manifestazione che diventa teatro collettivo del Funerale dellu Paulinu Cazzasassi (schiaccia sassi), con tanto di finto pianto, scherzi, lettura di un tragi-comico testamento e rogo.

Raggiungiamo il Capo di Leuca, con una delle kermesse che attira più estimatori del carnevale e dell’arte antica e dell’artigianato dei carri allegorici.

carro

Imperdibile la sfilata di Martedì Grasso (9 febbraio) a Corsano (ripetuta anche sabato 13 febbraio a Gagliano del Capo)
I tre carri in gara quest’anno toccano i temi attualissimi degli ‘squali’ che accerchiano l’Italia e gli italiani (mafia capitale, equitalia, tasse, crisi umanitarie gestite dalla mafia), immigrazione e guerre.
Alla base di questi lavori non c’è solo arte e manualità: c’è attenzione politica, interesse civico, riflessione.

Non perderti la fine dell’inverno e l’inizio della primavera salentina, qui l’ALTA STAGIONE non finisce mai. 

478260_196933100443193_28445807_o