Atelier di arte e artigianato e design nel Salento
Senza categoria

Atelier di arte e artigianato e design nel Salento

Spread the love

Artigianato di pregio, eco design, tradizione e innovazione, materiali antichi e sperimentazioni in questo elenco di atelier e laboratori di eccellenza nel Salento

Il Salento ha una tradizione legata all’artigianato di pregio che parte dalla pietra leccese e dalla carta pesta e passa attraverso il vasellame in ceramica, il legno e soprattutto diversi materiali sperimentali. L’utilizzo di materie prime naturali, come la fibra di fusti di piante della flora locale o il riuso di antichi oggetti trasformati in design moderno è parte del fervore artistico-artigianale locale. Non è sempre facile però trovare alcuni dei laboratori più innovativi e molti artisti lavorano in ambienti silenziosi e circondati dalla natura. Quindi oggi ti vogliamo guidare alla scoperta di aterlier e laboratori di artigianato di pregio, dove è possibile ammirare, acquistare e conoscere la poetica artigiana del Salento.

Forme classiche e pezzi sempre unici.

Caminetto in Pietra - Antonio Margarito
Caminetto in Pietra – Antonio Margarito

“Moderni archeologi alla scoperta e riscoperta dell’arte del passato”. Così un’insegnante dell’accademia di Brera apostrofò l’arte scultoria di Art Studio Margarito, dei Fratelli Margarito, di Montesano Salentino, località a 47 km da Lecce e lungo statale che porta nella bellissima Santa Maria di Leuca. Nessun modello in gesso è alla base di sculture in pietra leccese sempre uniche, che partono da un numero infinito di idee pregresse o da uno schizzo su carta o a voce di un cliente. Come si confà agli artisti, oltre che agli artigiani, ogni idea diventa spunto e ispirazione per un lavoro di concetto che termina in un lavoro inedito e irripetibile. Meravigliose fontane in pietra, camini con bassorilievi, statue, oggettistica e arte sacra in cui la pietra viene plasmata prendendo una forma antica, evocativa di una classicità senza tempo.
www.artstudio-margarito.it

Design e scultura. Funzionalità della materia prima che dell’oggetto.

“Prima conosci il respiro della pietra, poi la puoi ascoltare”, si legge sul sito di Renzo Buttazzo, artista dal CV importantissimo; lavora immerso nel silenzio della natura essenziale, morbida, in equilibrio con se stessa. Il design incontra la scultura in un processo in cui un concetto si evolve e diventa funzionalità dopo il passaggio obbligato dalla bellezza artistica. Il suo laboratorio-abitazione è immerso nel verde, nella contrada Tangano di Cavallino, e diventa museo di arte contemporanea e fulcro di energie creative e ispirazione. (Showroom anche in Via Palmieri, a Lecce). Il design non è solo design, è energia della materia che prende forma e trova un modo per diventare parte del vivere quotidiano di chi se ne può impossessare. I suoi “oggetti” non restano oggetti, non possono essere mobili e soprammobili che restano fermi in un angolo di una casa senza entrare a far parte del quotidiano. www.renzobuttazzo.it

Sperimentazione di materiali

La maieutica della pietra leccese parte spesso dall’osservazione di una persona cara, nella tradizione locale: quando un padre o un maestro estraggono vita da un blocco soffice di pietra leccese, è difficile smettere di osservare, e osservando qualcuno vuole anche provare la stessa arte a metà tra magia e sforzo fisico, concentrazione e contemplazione. L’osservazione è stato l’inizio del percorso di Luigi Martina, scalpellino ceramista di Monteroni di Lecce. Nelle sue mani, pietra leccese, tufo e ceramica prendono forme armoniche che non possono non portare alla mente alla tortuosità organica delle cortecce di ulivo e dei giochi delle onde.
Usa la natura viva e il mondo vegetale non solo come fonte ispirativa ma anche come materiale sperimentale, come dimostrano le strutture create in fibra di fico d’india.

Luigi Martini Experimental design and material
Luigi Martini Experimental design and material

www.pietraeterre.it

Leggi anche Salento e l’arte di ri-creare. Intervista a Maurizio Buttazzo

Spirito Naif, design fresco come acquerello

appliques di casa Alea, create da Donna Barbara
appliques di casa Alea, create da Donna Barbara

Con laboratorio nel Porto Vecchio di Santa Maria di Leuca, le ceramiche Donna Barbara sono leggerezza pregio, fantasia naif con alle spalle maestria professionale. Colori tenui che timidamente si distaccano dal bianco smaltato, le lampade e il vasellame sembrano quadri ad acquerello che si fanno materia, pensieri infantili che si fanno arte e design. http://www.donnabarbara.it
Nelle strutture Casa Alea e Casa Opunzia puoi trovare alcuni meravigliosi esempi di applique realizzate da questo atelier.

Scopri di più su Casa Alea, elegante villa in campagna e Casa Opunzia, pregiata casa con vista mare

L’immaginario collettivo racchiuso in un monile

In una illuminata piazzatta del centro storico di Lecce si apre la porta ricca di richiami dello studio atelier di Carmen Rampino, artista artigiana che con il lavoro concettuale sull’universo onirico femminile ha riscontrato un interessante successo di critica. Richiami di mitologia classica e simbologie attuali celebrano nei suoi lavori in carta pesta e altri materiali della tradizione locale una simbologia collettiva quasi junghiana. Bambole, angeli e pagliacci incontrano divinità marine, meduse e ricci. Monili ricchi di brio e mistero che raccontano una terra, nel simbolico spazio di un anello.

Scultura Carmen Rampino
Scultura – Carmen Rampino

www.carmenrampino.it

Il progetto Elseways 

A volte non è facile trovare alcune tipologie di artigianato e design, soprattutto quando si cerca il massimo dell’eco sostenibilità che vada pari passo con innovazione e nuove idee. Elseways è un progetto che contiene questo ed altro: da collezioni che uniscono sperimentazione a tradizione, antichi materiali e nuove forme di eco sostenibilità artistica basate sul riuso, Elseways racchiude e promuove prodotti che raccontano la storia di un territorio, che rispettano il pianeta e il lavoro di donne e uomini, che conservano e trasformano la conoscenza delle tradizioni permettendo così la trasmissione alle generazioni future.
http://elseways.eu